logo ossimoro

DOTT.SSA Erika Massaccesi

Psicologa Clinica e Pediatrica. Psicoterapeuta. Analista Transazionale.

Chi ha spostato il Formaggio? Il seguito.

LE CONVINZIONI , PIù DELLE BUGIE, SONO NEMICHE PERICOLOSE DELLA VERITA'.

Friedrich Nietzsche

"C" di CONVINZIONE

La storia che vi sto per raccontare è il seguito del Libro “Chi ha spostato il mio formaggio? Cambiare se stessi in un mondo che cambia di Spencer Johnson. Il seguito, si ripropone di raccontare come “liberarsi dagli schemi per raggiungere il successo nella vita e nel lavoro”.

 

Se non hai ancora letto il mio articolo su “Chi ha spostato il Formaggio? ” puoi trovarlo a questo link

https://www.ossimoro.net/chi-ha-spostato-il-formaggio/

DOVE TUTTO HA AVUTO INIZIO…

La storia del viaggio di Ridolino è un invito a riflettere su come affrontiamo i momenti di “cambiamento” cioè tutte quelle situazioni che sono diverse da ciò che erano prima. Compresi noi stessi. Nel Labirinto lo gnomo Ridolino si mostra molto coraggioso e decide di andare a cercare il suo Nuovo Formaggio lasciandosi alle spalle il suo amico Tentenna e disseminando delle scritte lungo tutto  il Labirinto sperando in un suo ripensamento. 

 Se avete letto il primo libro o il mio articolo, probabilmente vi sarete chiesti:

“Tentenna dov’è finito? Che cosa gli è successo ?”

In alcuni momenti della vita è inevitabile sentirsi soli ed arrabbiati quando qualcosa a cui si tiene non c’è più, proprio come Tentenna. 

Ridolino invece sembra riuscire ad adattarsi prima del suo amico e a ritrovare la sua strada nonostante le sue preccopazioni.

Certi cambiamenti sembrano facili da affrontare, ma altri sono difficili.

Questa volta tocca al piccolo Tentenna avventurarsi nel labirinto alla ricerca del suo Nuovo Formaggio, seguendo l’esempio del suo amico Ridolino, lascia il suo posto sicuro in preda alla fame e alla disperazione. 

“doveva agire, non poteva più rimanere chiuso in casa ad aspettare. Doveva entrare nel Labirinto e mettersi alla ricerca di Formaggio”

Si unisce a lui una nuova amica di nome Speranza, che lo accompagnerà in questo viaggio pieno di avventure:

“non penso che le cose tornino mai com’erano prima ma credo che a volte potrebbero migliorare, disse Speranza”

Lui non rispose, era troppo giù di morale. Il piano di Tentenna di seguire le orme del suo amico e di usare il suo scalpello per fare buchi nel muro alla ricerca del Formaggio non stava funzionando.

“Forse dovremmo cambiare strategia! Aggiunse Speranza”

SE NON CAMBI RISCHI DI SCOMPARIRE

CHE NE PENSI ?

Che significa cambiare strategia? Tentenna aveva le sue Convinzioni a riguardo.

“Ma cos’è una Convinzione” si domandò ?

una convinzione è un pensiero di cui sono certo

Ecco è proprio così, una convinzione è un Pensiero di cui sono certo. Tentenna si ricordò che furono proprio le sue convinzioni a tenerlo separato dal suo amico Ridolino e che ancora una volta, ostinandosi a fare buchi ovunque, le sue convinzioni lo stavano tenendo prigioniero.

Quanta forza può avere una convinzione! Alcune convinzioni possono intralciarti. Altre convinzioni possono aiutarti.

Gli tornarono in mente le  parole di Speranza “E se provassimo una nuova convinzione?”

Per Tentenna era difficile abbandonare le sue Convinzione, si domandava chi sarebbe diventato senza le sue convinzioni. Aveva paura ma aveva anche iniziato a sperare e immaginare che qualcosa di buono poteva ricavarne.   

Tentenna tornò a pensare alla proposta di Speranza e scrisse sul muro: puoi cambiare idea. Puoi scegliere una nuova convinzione. Ora guardare quella scritta davanti a sé faceva meno paura.

 

CHE NE PENSI?

Tu non sei le tue convinzioni. Sei quello che sceglie le sue convinzioni, ciò in cui credere. Per iniziare a cambiare le tue convinzione è necessario che tu creda di poterlo fare. A volte bisogna credere a qualcosa prima ancora di riuscire a vederla. Questo non significa che devi credere in tutto ciò che pensi ma puoi sperimentarti e agire tornando indietro sui tuoi passi, se necessario.

Tentenna, grazie alla sua amica Speranza, scoprirà come superare le sue paure e trovare idee, soluzioni e risorse per ottenere ciò che desidera. Troverà il suo Nuovo Formaggio e il suo amico Ridolino?

Quello che è certo è che alla fine del suo Viaggio avrà imparato una grande lezione : la forza delle proprie convinzioni e l’effetto che hanno avuto sul suo comportamento. Se vi mettete nelle condizioni di crederci, un intero mondo di possibilità vi spalancherà le porte. Credeteci!

COME USCIRE DAL LABIRINTO IN CUI TI TROVI?

 PRENDI CONSAPEVOLEZZA DELLE TUE CONVINZIONI, METTILE IN DISCUSSIONE E CONFRONTATI CON GLI ALTRI SE PENSI CHE POSSA AIUTARTI. VALUTA SE GLI STRUMENTI CHE USI PER CERCARE IL FORMAGGIO TI SONO DAVVERO UTILI (NEL CASO COMPRA UN NUOVO SCALPELLO) E PROVA A GUARDARE ANCHE IN ALTRE DIREZIONI. INFINE, RICORDA CHE CAMBIARE CIò CHE TU PENSI NON VUOL DIRE CAMBIARE CIò CHE SEI.

PUOI AGIRE, SBAGLIARE E IMPARARE DAI TUOI ERRORI! 

 

Per essere felici bisogna credere anzitutto nella possibilità di esserlo: io adesso ci credo.

LEV TOLSTOJ

CAMBIA

spostati con il Formaggio

Hai qualche domanda per me?

logo ossimoro

DOTT.SSA Erika Massaccesi

Psicologa Clinica e Pediatrica. Psicoterapeuta. Analista Transazionale.